Talibé: i bambini mendicanti part time del Senegal

Tra le foto emerse quest’anno dal World Press Photo, ce ne è una scattata da Mario Cruz. Ritrae un giovane talibè incatenato a un piede affinché non possa scappare. Chi sono questi talibè? In arabo, tâlib significa “colui che cerca e che chiede” scrive Federico Frigerio su peacereporter.it. Sono dei bambini che vengono inviati dalla…

Blitz: riprendere in diretta un’azione militare

Nel video qui sotto si mostra un’operazione militare condotta dalla coalizione anti-Isis (per la precisione militari americani e curdi iracheni) per la liberazione di 70 ostaggi curdi in mano allo Stato Islamico. Il video, girato da una telecamera montata sull’elmo di un soldato, è stato pubblicato dall’agenzia di stampa del Kurdistan iracheno Rudaw. Nel blitz…

Droni: immagini, non bombe

Sembra un videogioco, ma non lo è. Se è confermata l’autenticità di questo video, sarebbe davvero pazzesco. Inutili tanti giri di parole. Usare un drone per documentare una guerra o una vicenda è senza dubbio l’ultima frontiera del giornalismo. Ci sono i modelli che bombardano con “ordigni intelligenti” e che intelligentemente colpiscono obiettivi civili, e…

Fotografia, audio, video, scrittura…come è meglio documentare?

Ci sono tanti modi per documentare un evento. Fotografia, audio, video e scrittura. Qualunque sia il medium utilizzato tutto viene filtrato dal reporter. L’oggettività assoluta non esiste. Un fatto viene mostrato per ciò che è, ma è comunque parziale. Assodato questo fatto, è innegabile che il lavoro sul campo è fondamentale per raccontare una storia….

Suffering in silence. Nepal, Afghanistan and Pakistan

Agli inizi del 2015 è stato pubblicato un documentario realizzato da Pep Bonet per la Noor Images. Quello che il filmato presenta è una situazione tragica, che riguarda tre paesi (nello specifico Nepal, Afghanista e Pakistan), ma che accomuna molte altre simili società. Il lato in comune è la povertà e la mancanza di ospedali…

Riappare John Cantlie

C’era da aspettarselo. La produzione targata IS si è fatta attendere, ma alla fine ha fatto uscire un nuovo video della sua “star” principale, il giornalista britannico John Cantlie. Forse questo video è ancora più scioccante dei precedente. Non per la durezza delle immagini, ma per il messaggio che reca alla mondo “occidentale”. Colpiscono la…

Il piccolo eroe siriano? Un attore a Malta.

Originally posted on – Bunker Debunker – :
Il giovane siriano in azione (fotgramma tratto da Youtube). Vi siete commossi guardando il video del ragazzino siriano che si finge morto per salvare una bambina dai proiettili? In tal caso, è giusto che voi sappiate che il video in questione è stato girato a Malta da una troupe…

Quando la propaganda si fa telenovela

“The Post Internazionale” ha pubblicato un articolo riguardo la diffusione di un nuovo video in cui compare John Cantlie, ostaggio dello Stato Islamico. E’ il quinto video in cui compare il giornalista britannico, rapito due anni fa in Siria assieme a James Foley. Il messaggio, al solito, è rivolto ai governi statunitense e britannico, rei…