Rischio “risiko” nello Yemen. Arabi contro Persiani

La situazione in Yemen è precipitata. Il colpo di Stato dei ribelli Houti ha innescato una violenta reazione a catena e anelli di questa catena sono gli altri paesi della penisola. L’Arabia Saudita ha iniziato il 25 marzo a bombardare gli insediamenti degli Houti, appoggiando direttamente il governo (o quello che ne rimane) di Mansur…

Questione curda: indipendenza, autonomia, confederalismo

Dopo un periodo di amnesia, con lo Stato Islamico i media mondiali sono tornati a parlare dei Curdi. L’ “occidente” si prodiga, retoricamente e ipocriticamente, nel celebrare la dura resistenza in Iraq e in Siria, nonostante in passato abbia più volte voltato la faccia dall’altra parte rispetto al problema della nazione curda. Il problema non…

Pacificazione in Siria? “Missione impossibile”

A parlare è Staffan de Mistura, inviato speciale delle Nazioni Unite in Siria, presso la Commissione Affari Esteri del Parlamento Europeo a Bruxelles, dove ieri ha esposto la delicatissima situazione nel paese mediorientale. L’espressione “missione impossibile” si ricollega immediatamente alle fortunatissime produzione hollywoodiane con protagonista Tom Cruise, dove di impossibile, alla fine, non c’è quasi…

Libia, Nigeria e Siria: il filo rosso (sangue) che le lega

Una settimana intensa contraddistinta da eventi importanti e che hanno trovato ampio spazio sui giornali e siti di tutto il mondo. Parlo di tre paesi distanti l’uno dall’altro, ma legati dal filo rosso sangue delle vittime degli ultimi attacchi; Libia, Nigeria e Siria. Cominciamo dall’evento più recente. Ieri la Libia, già devastata da una guerra…

Yemen, trovato l’accordo.

L’accordo è stato trovato. Il presidente Hadi ha accettato alcune condizioni dei ribelli Houthi ed è in progetto una nuova costituzione. La minoranza sciita avrà maggior peso nel governo del paese consentendo forse una maggiore integrazione di quella parte dello Yemen non del tutto rappresentata dall’attuale entourage governativo. Decade, inoltre, l’ipotesi di colpo di stato…

La rete di Al-Baghdadi. Dove agiscono i gruppi affiliati all’IS

La pericolosità dell’Is non é solo nella sua capacità bellica, ma soprattuto nella sua capacità di tessere una fitta rete di alleati. Non solo nel medio oriente, ma anche altrove, in Africa, in centro Asia e in estremo oriente. Ecco una mappa degli “amici” di Abu Bakr Al-Baghdadi, il Califfo nero. Pakistan: Jundallah, Tehreek-e-Khilafat, Jamaat…

Riappare John Cantlie

C’era da aspettarselo. La produzione targata IS si è fatta attendere, ma alla fine ha fatto uscire un nuovo video della sua “star” principale, il giornalista britannico John Cantlie. Forse questo video è ancora più scioccante dei precedente. Non per la durezza delle immagini, ma per il messaggio che reca alla mondo “occidentale”. Colpiscono la…

La guerra dei minori. I bambini soldato

The internationally agreed definition for a child associated with an armed force or armed group (child soldier) is any person below 18 years of age who is, or who has been, recruited or used by an armed force or armed group in any capacity, including but not limited to children, boys and girls, used as…

É sempre questione di muri

Ieri sulle prima pagine dei principali quotidiani nazionali ha campeggiato l’espressione “muro” in riferimento al disgelo dell’ultimo ghiacciaio rimasto della guerra fredda novecentesca. Si chiude un capitolo nel lungo romanzo sulle relazioni diplomatiche tra Washington e La Havana e se ne apre un altro. Adesso si vedrà come i Castro gestiranno questa nuova fase e…

Le carnefici di Abu Ghraib sullo sfondo delle torture della Cia

Originally posted on Anche tu sei una donna, Guerra:
Dove sta la differenza tra carceriere e carcerato? Tra i paladini del cristianesimo e i terroristi islamici? Tra l’Occidente buono e l’Oriente cattivo? L’atteso rapporto sulle “tecniche di interrogatorio rafforzate” usate dalla CIA, l’agenzia di spionaggio americana, ha scosso l’opinione pubblica mondiale. Il documento, che si riferisce…

Il mercato delle schiave

La donna nella società civile non ricopre un ruolo di primo piano. La nostra società è prettamente maschilista e misogina. Al corpo della donna, attraverso le pratiche religiose o semplicemente commerciali, viene dato un preciso compito e scopo; angelo del focolare, nutrice o oggetto di piacere. La parità tra uomo e donna nella nostra società…