Buon compleanno Robert Capa

Nasce oggi nella Budapest del 1913 Robert Capa, (vero nome Endre Ernő Friedmann), di origine ebraica, uno dei fotogiornalisti più famosi della prima metà del ‘900. Sue le foto che hanno raccontato la guerra civile spagnola del ’36, lo sbarco in Normandia del ’44, la liberazione di Parigi e l’arrivo degli Americani in Sicilia. Morto nel 1954…

La guerra in Ucraina nelle foto di Giorgio Bianchi

Se ne parla poco, ma in Ucraina la guerra c’è ancora. Sul blog erpost.wordpress.com è uscito un interessante articolo di Adriano Garcia che presenta l’attuale situazione in quel di Kiev. Si continua a combattere e a morire. I media ne parlano poco, ma si spara ancora. Secondo Garcia, recentemente, il gruppo ceceno islamista della brigata Dudayev, si…

L’ipocrita indignazione dopo Bodrum

Quando una foto è sufficiente a scatenare l’indignazione internazionale. É bastato un bimbo a faccia in giù su una spiaggia di Bodrum, in Turchia, per commuovere il mondo e farlo riflettere sul problema dell’emigrazione mediorientale. La gente muore tutti i giorni, ma solo quando vediamo dei bambini ci rendiamo conto di quanto terribili possano essere le situazioni…

Instagram: reporter online

Ne avevo già parlato qui, su Piazzadigitale, blog de Il Corriere della Sera (si può leggere qui). Instagram può essere ormai considerato un vero e proprio laboratorio per il fotogiornalismo, anche in zone “calde”. Le maggiori testate mondiali come il New York Times o Washington Post hanno aperto un account su Instagram e propongono continuamente foto…

L’arma del fotoritocco: vedo e non vedo

La guerra si combatte in tanti modi. Anche con la propaganda, per confondere il nemico, le masse e spesso anche se stessi. Recentemente Focus.it ha pubblicato una fotogallery di immagini passate alla storia ma che hanno una peculiarità. Sono “photoshoppate”. Un esempio? Cominciamo con Winston Churchill, noto anche per la sua passione per i sigari….

Fotografia, audio, video, scrittura…come è meglio documentare?

Ci sono tanti modi per documentare un evento. Fotografia, audio, video e scrittura. Qualunque sia il medium utilizzato tutto viene filtrato dal reporter. L’oggettività assoluta non esiste. Un fatto viene mostrato per ciò che è, ma è comunque parziale. Assodato questo fatto, è innegabile che il lavoro sul campo è fondamentale per raccontare una storia….

Ceuta e Melilla: l’Europa a un passo, oltre il filo spinato

Ceuta e Melilla. Per molti Africani è l’ultima speranza per raggiungere l’Europa via terra. Sì, perchè le città di Ceuta e Melilla sono due enclave spagnole in terra marocchina e, de facto, Europa. Un filo spinato e una barriera elettrica dividono i due continenti. Non sono stati pochi i migranti morti nel tentativo di scavalcare…

I volti dei popoli nelle foto di Steve McCurry alla Villa Reale di Monza

“La fotografia è il riconoscimento simultaneo, in una frazione di secondo, del significato di un evento” diceva Henri Cartier-Bresson. Effettivamente sembra vero, i volti immortalati dall’obiettivo di Steve McCurry rappresentano tante cose; tristezza, povertà, felicità, semplicità, paura, rabbia, dolore, perplessità. La forza delle fotografie di McCurry, oltre che nei colori sfolgoranti, risiede negli sguardi. Donne,…