Il rapporto simbiotico tra guerra e medicina

Per il numero di giugno del giornale per cui lavoro, AboutPharma, ho scritto un articolo sul rapporto simbiotico tra medicina e guerra. Un matrimonio che dura da secoli, ma che ha visto un’accelerazione tecnologica nell’ultimo secolo, soprattutto nella prima metà del ‘900. Guerra e medicina si parlano a vicenda “La medicina trae più vantaggi dalla…

Ambasciata americana a Gerusalemme, una nuova Nakba

A volte il destino fa del sarcasmo difficile da comprendere. Nel giorno in cui i Palestinesi ricordano la Nakba (esodo palestinese del 1948), gli Stati Uniti inaugurano la propria ambasciata a Gerusalemme nel settantesimo anniversario della nascita di Israele. Sorrisi, applausi, tagli del nastro da una parte, proiettili, sangue e morte dall’altra. Sangue e applausi…

La resistenza non violenta dei Saharawi, il documentario di Jordi Oriola

“Questo documentario è stato realizzato in condizioni di clandestinità”. Il lavoro del regista catalano Jordi Oriola inizia così, prima di passare in rassegna i vari protagonisti che si sono concessi alle telecamere. Quasi tutto il lavoro si sviluppa attraverso le interviste a una serie di attivisti che da anni sono impegnati nella lotta non violenta…

Kick off, partite di integrazione

Una partita di calcio a sette come tante altre quella che è andata in scena all’oratorio della parrocchia San Luigi di Milano, vicino corso Lodi, l’11 marzo 2018. Un incontro amichevole tra la squadra della Casa accoglienza Enzo Jannacci e l’istituto San Paolo. Giornata di piogga intensa, freddo, ma campo in perfette condizioni. Una domenica…

Dall’Omo al Turkana, i popoli che lottano per la sopravvivenza

Sabato 3 febbraio, durante l’evento Closer a Bologna organizzato da Witness Journal, ho moderato l’incontro con il fotografo Fausto Podavini, che ha speso cinque anni a documentare i lavori della diga etiope Gibe III sul fiume Omo. “Omo change” è un lavoro importante, da poco completato, che documenta l’impatto di imponenti opere architettoniche sull’ambiente e…

“C’è un solo Kurdistan”

“C’è un solo Kurdistan”. Mi dice così una delle ragazze presenti alla manifestazione curda contro il massacro ad Afrin, a Clarastrasse, Basilea. Un piccolo gruppo di manifestanti curdi riunitisi in una piazzetta, armati di bandiere, striscioni e volantini. Quest’ultimi rigorosamente scritti in tedesco. Afrin! Afrin! Afrin! Un ragazzo mi passa un volantino. Scorro lo sguardo…

Due minuti alla mezzanotte…le lancette del Doomsday clock scivolano in avanti

23.58. Due minuti alla fine del mondo. 120 secondi all’inverno nucleare. Notizia di oggi è lo scatto in avanti delle lancette del famoso “Doomsday clock”, il particolarissimo termometro geopolitico ideato nel 1947 dagli scienziati della rivista Bulletin of the Atomic Scientists dell’Università di Chicago. Un semplice orologio metaforico che misura il pericolo di una ipotetica…

Il 2017 di Msf in dodici foto

Non è un calendario, ma le foto sono dodici, proprio come i mesi dell’anno. Con l’arrivo del 2018 Medici senza frontiere ha raccolto le foto più attinenti al lavoro dei medici sul campo, quelle che svelano meglio gli orrori che le guerre nel mondo si portano dietro. Dal Myanmar al Sud Sudan, passando per il…

Rückschlag, la casa-enclave tra Germania e Belgio

Poco più di un ettaro e mezzo. Quattro abitanti, una casa, un bosco e un campo coltivato. Benvenuti a Rückschlag la più piccola enclave al mondo. Si tratta di una piccola fetta di Germania in territorio belga, appartenente al comune tedesco di Monschau, ma divisa dal resto del Paese dal tratto ferroviario della Vennbahn, ormai…

Una strada…tanti confini

Avete presente la scena del pedaggio del film “Non ci resta che piangere” con Troisi e Benigni? Ecco, in alcune parti del mondo la situazione è paradossalmente simile. In viaggio dall’Oman agli Emirati Arabi A volte un solo confine non basta e bisogna passare la frontiera di uno stesso Paese più volte. Un esempio concreto?…

Ema, il sorteggio finale? Voluto dalla Slovacchia

L’Agenzia europea dei medicinali, in partenza da Londra, andrà ad Amsterdam e non a Milano. La decisione è arrivata ieri a seguito di tre turni di voto al margine del Consiglio Affari generali a Bruxelles. Ero lì a seguire l’evento in diretta. Al di là delle qualità dei singoli dossier di candidatura, quello che ha…