Può toccare a tutti: Save the Children immagina la guerra in Inghilterra

Guardate bene questi video. Sono due parti di uno stesso spot promosso da Save the Children. Lo scopo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sui disastri che la guerra compie sui bambini. Si insiste su un concetto. Non è detto che ciò che accade ora in Medioriente non possa succedere anche qui da noi.

parte 1:

 

Parte 2:

L’inquadratura continua sulla bambina protagonista del filmato, insieme ai tagli delle clip aumentano l’intensità e la drammaticità. È tutto concitato. Il filo rosso che lega le fasi della vita della bambina, nata il 16 maggio 2003, è il suo compleanno. Dalla felicità di passarlo in famiglia, alla disperazione di dover spegnere le candeline da profuga dopo aver perso prima il padre, poi la madre.

L’ambientazione appare ai nostri occhi surreale. Alcune brevissime immagini della prima parte dello spot dicono che l’Inghilterra è entrata in guerra e che è stata applicata la legge marziale. Di lì a poco il caos e migliaia di persone sono costrette a fuggire e a lasciare le proprie case. Proprio come i Siriani oggi, gli Inglesi devono oltrepassare il mare (la Manica in questo caso) per raggiungere il continente. Ma i Francesi non li vogliono, li insultano, li vorrebbero a casa loro.

Una cosa già vista…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...